BIG HERO 6
Il mio voto 3

IN BREVE – Qualità: ★★★ – Ritmo: OOO – Pubblico: cineamatori*, cinecuriosi*, cinepopcorn*, cinebambini*   TWEET Rassicurante e coccoloso, Disney inventa, con Baymax, una nuova formula di angelo custode contemporaneo.   LA TRAMA Ogni notte, nei vicoli più reconditi della metropoli futuristica di San Fransokyo si improvvisano i ring delle competizioni clandestine più acerrime e avanguardistiche, i bot fight, o ..

Summary 3.0 good
Il mio voto 0
Summary rating from user's marks. You can set own marks for this article - just click on stars above and press "Accept".
Accept
Summary 0.0 bad

BIG HERO 6

2014_79_Big_Hero 6

IN BREVE – Qualità: ★★★ – Ritmo: OOO – Pubblico: cineamatori*, cinecuriosi*, cinepopcorn*, cinebambini*  


TWEET

Rassicurante e coccoloso, Disney inventa, con Baymax, una nuova formula di angelo custode contemporaneo.  


LA TRAMA

Ogni notte, nei vicoli più reconditi della metropoli futuristica di San Fransokyo si improvvisano i ring delle competizioni clandestine più acerrime e avanguardistiche, i bot fight, o le lotte tra robot. Il quattordicenne Hiro Hamada, prodigio della robotica, è un insospettabile campione di tali tenzoni che lo portano inevitabilmente a rimanere invischiato in guai più grossi di lui, allorché vince grosse scommesse contro i veterani dell’azzardo. A salvarlo c’è però sempre il fratello maggiore Tadashi, che cerca di allontanarlo dalla pericolosa passione per i bot fight. A tal fine, Tadashi cerca di convincere Hiro ad entrare con lui nell’élite del San Fransokyo Institute of Technology. Dopo una visita presso il ‘covo dei geeks’, dove Tadashi presenta a Hiro i suoi sodali Gogo, Honey Lemon, Wasabi e Fred e il suo progetto Baymax, un robot gonfiabile inteso a fornire ausilio sanitario sia fisico sia psicologico, il genio teenager è più che convinto. Ma la sera della fiera di presentazione dei progetti di ammissione all’istituto, dove Hiro primeggia grazie ai suoi mirabolanti micro-bot, in grado di dar forma a qualsiasi proiezione della mente di chi li comanda, l’Istituto è d’improvviso avvolto dalle fiamme di un incendio in cui Tadas perde la vita (MyMovies).


IL COMMENTO

Dai geni di casa Disney, ecco un nuovo e fresco prodotto di pregio, per ragazzi e famiglie. Big Hero 6 sforna scenari e personaggi di grande impatto, ricostruendo una meravigliosa San Francisco a Tokio, catturando alcune tra le migliori viste cittadine delle due capitali, tra sali e scendi, tram cittadini, treni in città, ponti e grattacieli infiniti. Anche i protagonisti sono un ottimo mix tra le suggestioni occidentali e i tratti (e i ciuffi) dei manga d’oriente. Un mix davvero riuscito, come quello che si ritrova in Baymax, il vero eroe e protagonista del cartoon: un omino Michelin, rassicurante e coccoloso, che invade di simpatia tutto il film. Baymax ha una nobile missione sociale, e in più ti ascolta. Non è progettato per far del male a nessuno, ma per difenderti farebbe di tutto. Baymax ti abbraccia, ti protegge, ti riscalda, ti consiglia, si sacrifica per te. Batte pugno (balalalala) e impara in fretta. Un angelo custode, un migliore amico dei sogni, un eroe buono autogonfiabile. Un’invenzione geniale. E se hai la sensazione di buttare via il tuo tempo, tra un big fight e l’altro, ecco che si aprono le porte dell’Università dei Nerd, che santifica la sfigaggine e trasforma segaioli in pantofole in eroi contemporanei. Il messaggio è forte e chiaro: tu puoi cambiare il mondo, come altri prima di te. Certo la “specie” italiana di adolescente è forse un po’ più timida di Hiro, meno conscia del proprio valore e un po’ meno proiettata all’autoaffermazione del miniamericanboy, tenuta in caldo dal tepore rassicurante delle mamme chioccia. Ma il messaggio è comunque stimolante e agisce in profonda sintonia con le passioni di chi guarda. Così, se il primo tempo è un concentrato di buone idee, che travolgono il giovane e meno giovane spettatore, purtroppo il secondo tempo purtroppo trasforma il film da piccolo capolavoro a robotica boiata, perdendo un po’ di freschezza e originalità. Pur avendo le teste per innovare, la pluripremiata Disney Production, con Big Hero 6, preferisce allinearsi al filone ad alta remunerazione dei supereroi, e chiude la partita con le meno appassionanti guerre stellari alla Batman e Spider Man. Bravi lo stesso.


SCHEDA ESSENZIALE

Titolo originale: Big Hero 6 – Genere: animazione – Durata: 1h42 – Regia: don Hall, Chris Williams – Produzione: Usa – Uscita: 18 dicembre2014

 

 

 

Related posts

JOHN MCENROE. L’IMPERO DELLA PERFEZIONE

JOHN MCENROE. L’IMPERO DELLA PERFEZIONE

IN BREVE : Qualità: ★★ - Ritmo: O - Pubblico: per pochi (cinefili) - Affinità: maschile TWEET Un noioso documentario (per appassionati molto motivati) sul tennis straordinario di John McEnroe. Prevale purtroppo l’osservazione “scientifica” alla passione per l’epopea del geniale...

I FRATELLI SISTERS

I FRATELLI SISTERS

IN BREVE : Qualità: ★★★ - Ritmo: OO - Pubblico: per pochi (cinefili, cineamatori) - Affinità: maschile TWEET I “fratelli sorelle” sono il far west senza il west. Un buon film che forse delude gli appassionati del genere, ma che sceglie strade inconsuete quanto mai...

IL CORAGGIO DELLA VERITA’

IL CORAGGIO DELLA VERITA'

IN BREVE: Qualità: ★★★ - Ritmo: OOO - Pubblico: per molti (cineamatori, cinecuriosi, cinepopcorn) - Affinità: maschile/femminile TWEET Bianchi contro neri. Una storia di razzismo e di difficile convivenza sociale, scatenata dall’ennesimo omicidio nero ad opera di un poliziotto bianco...

Leave a comment