ATOMICA BIONDA
Il mio voto 3

IN BREVE : Qualità: ★★★ – Ritmo: OOOO – Pubblico: per molti (cineamatori, cinecuriosi, cinepopcorn – )Affinità: maschile   TWEET James Bond al femminile, con ritmo e sensualità di genere. Le pari opportunità delle spy story.   LA TRAMA 1989, Berlino. Negli anni della caduta del muro e della fine di un’epoca, presta ancora servizio l’agente Lorraine Broughton, ..

Summary 3.0 good
Il mio voto 0
Summary rating from user's marks. You can set own marks for this article - just click on stars above and press "Accept".
Accept
Summary 0.0 bad

ATOMICA BIONDA

2017_59_atomica-bionda

IN BREVE : Qualità: ★★★ – Ritmo: OOOO – Pubblico: per molti (cineamatori, cinecuriosi, cinepopcorn – )Affinità: maschile

 


TWEET

James Bond al femminile, con ritmo e sensualità di genere. Le pari opportunità delle spy story.

 


LA TRAMA

1989, Berlino. Negli anni della caduta del muro e della fine di un’epoca, presta ancora servizio l’agente Lorraine Broughton, prestante, coraggiosa e sensuale pedina dell’MI6 britannico. Interrogata da un suo diretto superiore, alla presenza di un rappresentante della CIA, Lorraine sembra portare con sé i segreti di una missione pericolosa, volta a recuperare la lista degli agenti occidentali sotto copertura. Un file in grado di mettere a rischio la pace globale.

 


IL COMMENTO

Nell’epoca delle pari opportunità, anche la donna vuole essere un po’ James Bond o il cugino Jason Bourne. Ed è così che, dopo l’atomica mora di Salt, interpretata da Angelina Jolie, è la volta dell’atomica bionda Charlize Theron, premio Oscar di bravura, ma per tutt’altri film.

Qui Charlize è la copia dell’eroe maschile: sfodera musi perennemente ingrugniti, mirabolanti collezioni di colpi d’arma o di mano, fantomatiche acrobazie da stuntman consumato. E incassa colpi che sporcano e insanguinano il suo viso tumefatto quanto basta. Ma la stella brilla perenne, per due ore, immune al brutto e al volgare. Accompagnata da tacchi da sfilata e abiti da urlo, l’eroica spia britannica come Bond sopravvive ad agguati e tradimenti, seguendo missioni impossibili e diffidando, a ragione, del mondo intero e ostile.

Programmata per uccidere, o anche solo far male, Charlize Theron è l’algoritmo cinematografico che incolla lo spettatore bavoso, che mai riesce a distaccare l’occhio dal suo sogno incarnato in supereroe.

C’è una storia di spionaggio, con tutti i protagonisti prescritti da copione e servizi segreti in gran completo, che svela colpi di scena copiosi e gustosi.

C’è il muro di Berlino, nell’anno del muro di Berlino e del suo crollo, catalizzatore di cambiamento ma inevitabilmente radicato nelle buie cospirazioni della guerra fredda.

C’è il fascino seduttivo di James Bond e dell’eroe maschile, che qui si incarna in corpo femminile, moltiplicandosi nei panni di una dea esplosiva, una bionda bomba atomica.

Nei canoni del genere il film dice la sua, supportato da immagini dense di storia, da musiche da musical, revival dei gloriosi anni ’80 e da una regia da applauso che racconta gli scontri umani con inaudita fisicità. I pugni deformano i visi e picchiano davvero, senza rispetto da galantuomini.

Charlize incassa, fatica, assorbe con determinazione infinita e, nonostante tutto, sopravvive per regalare il futuro ad un nuovo modello femminile di spy story.

Non manca un po’ di ironia che recupera spunti ai confini del trash, e qualche pillola di necessaria ragione commerciale, con baci saffici e passionali.

Che mondo sarebbe stato senza Charlize? E senza il frizzante e modaiolo James McAvoy? O il rassicurante e inconfondibile “Flinstones” John Goodman?

Cast demistellare, al servizio del disegno commerciale senza intoppi di Universal Pictures.

Il film è tratto da una graphic novel di Antony Johnston e Sam Hart, dal titolo “The Coldest City”. Agli intrighi del fumetto David Leitch, al suo primo film come regista, ha aggiunto una buona dose di azione che può soddisfare appassionati di genere e cultori di eroi bidimensionali, in perfetto sentiero mainstream (pubblicato su ilsussidiario.net).

 


SCHEDA ESSENZIALE

Titolo originale: Atomic blond – Genere: azione – Durata: 1h55 – Regia: David Leitch – Cast: Charlize Theron, James McAvoy, Sofia Boutella, John Goodman, Toby Jones, Daniel Bernhardt – Produzione: USA – Uscita: 17 agosto 2017

 

Related posts

PETS 2 VITA DA ANIMALI

PETS 2 VITA DA ANIMALI

IN BREVE : Qualità: ★★★ - Ritmo: OOO - Pubblico: per molti (cineamatori, cinecuriosi, cinepopcorn, cinefamiglie) - Affinità: maschile/femminile TWEET Grasse rotondità e pungenti linearità segnano la storia animata dei personaggi “domestici” di questo divertente cartoon digitale. Dai...

ROCKETMAN

ROCKETMAN

IN BREVE : Qualità: ★★★(★) - Ritmo: OOO - Pubblico: per molti (cineamatori, cinecuriosi - )Affinità: maschile/femminile TWEET Musica e paillettes. La storia privata e pubblica di una delle più grandi star del rock&pop divergente.    LA TRAMA Elton Hercules John si...

IL TRADITORE

IN BREVE : Qualità: ★★★(★) - Ritmo: OOO - Pubblico: per un po’ (cinefili, cineamatori, cinecuriosi) - Affinità: maschile TWEET Un bel film, guidato dalla camaleontica personalità di Pierfrancesco Favino che ben si adatta alla lunga e movimentata vita di Buscetta. Una storia di...

Leave a comment